venerdì 21 Gennaio 2022

Un po’ di colorata felicità nel deserto del Nevada

Le sette montagne magiche

Se ti sei mai trovato a guidare lungo la I-15 attraverso il deserto del Mojave del Nevada verso Las Vegas, è probabile che ti sia trovato a sbadigliare lungo la strada. Questa arteria principale, spesso percorsa in entrambe le direzioni dai viaggiatori dello Utah e della California diretti a Las Vegas o Disneyland, non offre molto ai sensi di ciò che è straordinario. In effetti, il viaggio è decisamente caldo e noioso fino a quando non sono arrivate le Sette Montagne Magiche.

Sono rimasto incuriosito l’ultima volta che abbiamo fatto questo viaggio per vedere colonne di rocce colorate al neon che si ergevano come un miraggio nel mezzo del deserto a circa 10 miglia a sud di Las Vegas, chiamate dall’artista le Sette Montagne Magiche.

Ispirato agli Hoodoos dello Utah

Queste rocce colorate che si ergono a circa 25 – 35 piedi di altezza attirano visitatori curiosi come con i loro colori strabilianti di arancione, giallo, verde, blu e rosa caldo. I colori accesi vogliono fare da contraddizione tra i colori della natura e le creazioni dell’uomo, e sono stati scelti appositamente per i colori dell’arcobaleno più nero, bianco e argento.

Per me, le 33 rocce in totale, che pesano circa 40.000 libbre ciascuna impilate in 7 torri, ricordano gigantesche macchie di Play-Doh o caramelle Pop-Rocks impilate e sembra che ci sia qualcosa di magico in loro. Mentre ero lì, ho osservato bambini che inventavano storie, amanti che si baciavano, abbracci di amici e occasionali ginnaste che facevano la verticale contro le rocce o facevano la ruota nel mezzo.

Credito fotografico: SevenMagicMountains.com

Questo è uno dei più grandi e nuovi pezzi di land art negli Stati Uniti e qualcosa che non vedevamo da circa 40 anni dagli anni ’60 e primi anni ’70. È il tentativo dell’artista di riportare la landart negli Stati Uniti. Visita il sevenmagicmountains.com per informazioni su come sono state create le sculture delle Sette Montagne Magiche.

Ugo Rondinone, Sette montagne magiche. Foto via artnet

L’artista, Ugo “Fingerpaint” Rondinone, noto per altre sculture rupestri molto costose, giocose e meditative, che ha persino creato una versione in miniatura in una mostra d’arte nella Gladstone Art Gallery di New York, afferma che la sua ispirazione è venuta dagli Hoodoos dello Utah trovati in tutto il loro splendore nel Bryce Canyon. Le sette montagne magiche sono state posizionate strategicamente per offrire una vista mozzafiato all’alba e al tramonto.

Nero e Argento. Potrebbe essere un segnale di Las Vegas per i fan di Raider Football?

Da ragazza dello Utah ho spesso trovato ispirazione in queste bellissime formazioni hoodoo nei nostri Utah Canyon. Inoltre, il fan di Oakland Raider che è in me non ha potuto fare a meno di chiedersi se le pietre nere e argento in mezzo a tutto quel colore fossero intese come tributo per i tifosi di calcio di Raider.

Le sette sculture di Magic Mountain rimarranno in Nevada per soli due anni e hanno un costo enorme di 3,5 milioni che è stato per lo più donato da contributi indipendenti. Hanno già visto migliaia di visitatori (è gratuito) dall’apertura nel maggio del 2016. E hanno anche fatto da sfondo ai matrimoni (dopotutto è Las Vegas). Il costo elevato può sembrare uno spreco per alcuni, ha rivelato la mia uscita, proprio come i colori stessi, un sacco di persone felici nel mezzo del deserto caldo e cupo.

È a pochi passi dal parcheggio alle sculture, ma i visitatori dovrebbero diffidare della possibilità di serpenti velenosi. Fa molto caldo anche nel deserto, quindi potresti volere dell’acqua e della crema solare a portata di mano. E infine, tieni presente il limite di velocità quando entri e esci dall’area. Abbiamo notato un paio di agenti di pattuglia che si aggiravano lungo la strada frontale in attesa di dare alla gente una multa per eccesso di velocità, non così magica o felice.

Grazie per aver condiviso!

Come questo:

Mi piace Caricamento…

Articoli correlati

- Advertisement -

Latest Articles