lunedì 24 Gennaio 2022

La menopausa maschile è una cosa reale? Sì, purtroppo lo è

La menopausa è comunemente descritta come una condizione esclusivamente femminile, anche se colpisce anche gli uomini. Allora, perché il discorso medico esclude intenzionalmente gli uomini? È una domanda a cui non possiamo rispondere. Quello che possiamo dire con certezza è che la condizione non è rara.

In effetti, numerosi uomini sperimentano un calo del testosterone man mano che invecchiano. Il calo è costante a partire dai 30 ai 40 anni. Nelle donne la menopausa è associata a vampate di calore e sbalzi d’umore. È lecito ritenere che la stessa cosa accada agli uomini? Gli uomini possono manifestare esattamente gli stessi sintomi delle donne, ma è importante attirare l’attenzione sul fatto che alcune persone non hanno alcun problema. Inoltre, non tutte le persone con menopausa maschile sperimenteranno gli stessi sintomi.

Anche se è considerato un argomento tabù, ci sono prove che suggeriscono che innumerevoli uomini soffrono di menopausa maschile e problemi con bassi livelli di testosterone. Gli individui dovrebbero essere in grado di condividere i propri problemi senza timore di essere giudicati. Non dovrebbero soffrire in silenzio. I sintomi dei cambiamenti ormonali hanno un effetto enorme sulla vita di tutti i giorni, provocando angoscia mentale. Al momento, stiamo ancora lottando per capire gli atteggiamenti delle persone.

Gli ormoni legati all’invecchiamento negli uomini e nelle donne sono diversi

La funzione sessuale e l’invecchiamento variano notevolmente tra uomini e donne. A differenza delle donne, gli uomini non sperimentano un improvviso calo degli ormoni sessuali. La produzione di testosterone e altri ormoni diminuisce per un lungo periodo di tempo e le conseguenze rimangono poco chiare. In altre parole, il corpo ha una perdita progressiva e lenta di androgeni. Una persona deve affrontare i drastici cambiamenti causati dall’invecchiamento, come la disfunzione erettile, la bassa libido e l’impotenza. Gli uomini dovrebbero essere attentamente selezionati per identificare e trattare i vari sintomi. A questo proposito, vale la pena andare da un medico, che effettuerà una valutazione completa della tua salute e dei livelli di testosterone.

Non c’è consenso su come gli uomini anziani rispondono al contesto ormonale in continua evoluzione. Molti sostengono che sia uno stato di malattia. Ci sono pochissimi studi ben progettati sull’ipogonadismo negli uomini anziani, quindi non abbiamo una comprensione completa del problema. La carenza di testosterone può causare esiti come osteoporosi, disturbi dell’umore, diminuzione della forza muscolare e disfunzione sessuale. Tuttavia, nulla è scolpito nella pietra. Fattori di stile di vita e problemi psicologici sono spesso responsabili di questo. Se riscontri sintomi spiacevoli, fissa un appuntamento con il tuo medico di base. Se la colpa è dello stress e dell’ansia, puoi sfruttare i farmaci o sottoporti a una terapia.

La diagnosi della menopausa maschile rimane una sfida

Bassi livelli di testosterone negli uomini tendono a passare inosservati perché i cambiamenti sono sottili. Non è sufficiente che il medico esegua un esame fisico e chieda al paziente i suoi sintomi. Devono essere eseguiti test di laboratorio per escludere condizioni mediche che potrebbero contribuire alla condizione. Inoltre, dovrebbero essere richiesti esami del sangue per misurare il livello di testosterone nel corpo. Un livello inferiore a sette indica un basso livello di testosterone, mentre un livello tra sette e dodici è al limite e richiede ulteriori test. La diagnosi della menopausa maschile è difficile perché la maggior parte dei sintomi correlati a bassi livelli di testosterone sono piuttosto aspecifici. Con questo in mente, vediamo quali sono i principali sintomi della menopausa maschile.

  • Fastidio/gonfiore al seno
  • Vampate di calore/sudore
  • infertilità
  • Inspiegabile brontolone
  • mal di testa
  • Aumento di peso

Se riscontri uno dei suddetti sintomi, potresti essere in menopausa maschile. Il medico potrebbe raccomandare una terapia ormonale sostitutiva o altri trattamenti.

La terapia ormonale sostitutiva può alleviare e far regredire alcuni dei sintomi

Il trattamento è raccomandato per gli uomini con bassi livelli di testosterone legati all’età con o senza sintomi. La terapia si concentra sull’alleviare segni e sintomi. Come accennato in precedenza, la terapia ormonale sostitutiva è una pratica comune. Il suo scopo è correggere lo squilibrio ormonale. Ci possono essere differenze significative nei regimi individuali. La tua salute e le tue preferenze dovrebbero influenzare la decisione. Se sei interessato, contatta i medici della terapia ormonale sostitutiva che possono aiutare a correggere lo squilibrio ormonale. Il trattamento deve essere effettuato sotto stretto controllo medico. Sono disponibili diversi tipi di terapie ormonali sostitutive e solo un professionista saprà quale è adatta al tuo caso.

La terapia ormonale sostitutiva si sta evolvendo come trattamento per la carenza di androgeni. Il trattamento comprende iniezioni intramuscolari, preparazioni orali e gel per la pelle. Non ci sono effetti avversi sui livelli sierici di lipidi o sulla funzionalità prostatica, polmonare, cardiovascolare o epatica. Gli studi clinici indicano che l’integrazione di testosterone è sicura. Più esattamente, non ci sono prove che la terapia dia inizio al cancro o contribuisca alla progressione di un tumore maligno occulto. È importante che i pazienti discutono di tutto con i loro medici, indipendentemente dalle preoccupazioni che potrebbero avere. Dopo un paio di mesi di terapia, c’è un evidente miglioramento del sonno, l’irritabilità si riduce.

Apportare cambiamenti nello stile di vita prima di sottoporsi a trattamenti importanti

Gli aggiustamenti dello stile di vita possono aiutare ad affrontare alcuni dei sintomi della menopausa maschile. Gli esempi includono, ma non si limitano a limitare il consumo di alcol e caffeina, esercitare regolarmente, mantenere normali abitudini di sonno e praticare tecniche di riduzione dello stress. L’esercizio, in particolare, aiuta il corpo a rilasciare maggiori quantità di testosterone. Esercizi utili sono la corsa, il ciclismo e l’allenamento della forza di resistenza. La costanza è importante, il che significa che le sessioni di allenamento dovrebbero essere brevi e intense. Gli uomini che non dormono abbastanza ore tendono a sperimentare bassi livelli di testosterone. Per migliorare la qualità del sonno, è fondamentale eliminare i dispositivi elettronici dalla camera da letto.

Si consiglia di apportare modifiche alla tua vita e vedere come ti senti. Se i cambiamenti nello stile di vita non hanno avuto gli effetti desiderati, potresti trarre beneficio dalla terapia ormonale sostitutiva. Dovresti usare la dose più bassa possibile all’inizio. L’uso di basse dosi per un periodo di tempo più lungo aiuta a proteggere il corpo da problemi come la perdita ossea. Gli uomini che hanno sofferto di cancro al seno non dovrebbero sottoporsi a terapia ormonale sostitutiva. Allo stesso modo, gli individui con una storia di coaguli di sangue, malattie cardiache o ictus non dovrebbero seguire questo percorso. Molto probabilmente il medico prenderà un campione della tua saliva per controllare i livelli ormonali. Riceverai una formula ormonale personalizzata, testata per la sicurezza.

Articoli correlati

- Advertisement -

Latest Articles