martedì 19 Ottobre 2021

Gary Graffman, professore di lunga data e un tempo presidente del Curtis Institute, ha lasciato la scuola

Il Curtis Institute of Music e il pianista Gary Graffman si sono separati dopo una relazione iniziata più di ottant’anni fa. Graffman, il principale professore di pianoforte della scuola e un tempo direttore e presidente, non è più un membro della facoltà.

La portavoce di Curtis, Patricia K. Johnson, ha affermato che la decisione è stata presa da Graffman dopo che la scuola ha avuto discussioni con lui durante l’estate, anche se non ha fornito alcun dettaglio. Ha detto che il presidente di Curtis Roberto Diaz ha rifiutato di parlare della questione.

Graffman, 92 anni, che vive a New York, ha detto venerdì che ora non può recarsi fisicamente a Filadelfia per le lezioni e che non è più interessato all’insegnamento a distanza, come ha fatto durante la pandemia. E quindi i suoi giorni da Curtis sono probabilmente finiti.

Ha invitato gli studenti che avrebbe avuto quest’anno a suonare per lui nella sua casa di New York, ha detto. Avrebbero dovuto farlo su base privata oltre ai loro studi Curtis, piuttosto che attraverso il conservatorio.

A seguito di un’indagine dell’Inquirer del 2019 sugli abusi sessuali nella scuola e di una successiva segnalazione di uno studio legale, Curtis ha messo in atto, a partire da quest’anno scolastico, il divieto per gli studenti di prendere lezioni nelle case private degli insegnanti.

In un’altra significativa partenza, Jennifer Higdon, la compositrice di Filadelfia vincitrice del Premio Pulitzer che si è unita alla facoltà di Curtis nel 1994, si è dimessa. Ha detto che è impegnata con le prossime prime e le registrazioni delle sue opere, oltre a prendersi cura delle cure di sua madre, e che stava diventando sempre più difficile gestire tutto.

“Mi sono reso conto che dopo 25 anni di insegnamento a Curtis e con tutti questi concerti, sembrava il momento giusto per partire”, ha detto Higdon, laureato a Curtis e all’Università della Pennsylvania.

Entrambe le partenze sono state annunciate venerdì alla facoltà di Curtis. Il periodo scolastico inizia lunedì.

Graffman era il legame più lungo e forte di Curtis con i suoi primi giorni. Fu accettato alla scuola all’età di 7 anni e vi studiò per un decennio. All’età di 18 anni, ha fatto il suo debutto con la Philadelphia Orchestra ed è andato avanti con una grande carriera da solista prima di vederla terminare con un infortunio alla mano destra.

È entrato a far parte della facoltà di Curtis nel 1980, è diventato direttore nel 1986 e ha ricoperto il titolo di presidente dal 1995 fino al suo ritiro nel 2006. È un insegnante di pianoforte molto richiesto, con Lang Lang e Yuja Wang tra i suoi studenti di una volta.

“Era un tale appuntamento fisso a scuola”, ha detto l’organista Alan Morrison, che sta iniziando il suo ventesimo anno di insegnamento a Curtis. “Con la scomparsa di [piano professor] Eleanor Sokoloff l’anno scorso, è inevitabile che le cose non possano rimanere le stesse per sempre. Ma sarà sicuramente un’epoca diversa”.

Il primo incarico di Graffman come capo della scuola è stato esaminato in un’indagine dell’Inquirer sugli abusi sessuali della violinista Lara St. John da parte del suo professore di violino quando era una studentessa di 14 anni a metà degli anni ’80. Alcuni dettagli dell’abuso sono stati condivisi all’epoca con Graffman e la moglie di Graffman, Naomi Graffman, che aveva un ruolo non ufficiale nella leadership della scuola, e l’allora preside Robert Fitzpatrick.

Nessuna azione è stata intrapresa contro il professore, il violinista Jascha Brodsky; nessuna indagine è stata intrapresa all’epoca; e St. John fu assegnato a un altro maestro.

Un successivo rapporto sugli abusi sessuali nella scuola da parte dello studio legale Cozen O’Connor ha trovato credibili le accuse di St. John. Ha affermato che la risposta istituzionale di Curtis all’epoca rifletteva una “mancanza di comprensione delle dinamiche dell’abuso sessuale sui minori, come evidenziato dalla mancanza di formazione, istruzione, politiche adeguate e infrastrutture istituzionali” e che “l’incapacità di Fitzpatrick e Graffman di rispondere in modo appropriato ha comportato impatti significativi e dannosi su uno studente di 15 anni affidato alle cure di Curtis, compresa l’interruzione dello sviluppo educativo di St. John e impatti psicologici a lungo termine.

Da allora Curtis ha messo in atto una serie di nuove politiche, procedure di segnalazione e personale per affrontare le denunce di abusi sessuali e cattiva condotta, molestie e violenza.

Per quanto riguarda la facoltà di pianoforte, nell’ultimo anno Curtis ha nominato due nuovi professori: Yefim Bronfman e Michelle Cann.

In un altro recente cambiamento, la scuola non ha rinnovato il contratto di Richard Woodhams, un tempo oboista principale della Philadelphia Orchestra. Curtis ha anche rifiutato di commentare le ragioni alla base di tale decisione.

Articoli correlati

- Advertisement -

Latest Articles